Tablet: tavolette magiche

I tablet computer rivoluzionano completamente il mondo dei computer. I segreti del loro successo: l’interfaccia touch e le tante applicazioni, contornati da un sistema operativo leggero. Tablet, nel mondo dell’informatica e dell’elettronica è il tema del momento. Non c’è produttore di elettronica o di Pc che non abbia già sfoderato o stia per introdurre un tablet nella propria offerta. I tablet si posizionano tra gli smartphone più evoluti e i pc portatili. Fisicamente sono simili a delle grandi tavolette (da qui il nome tablet), occupate da un lato quasi completamente da uno schermo sensibile al tocco e dell’altro dal retro della scocca, possono essere presenti uno o più pulsanti, comunque pochi, sulla parte frontale o sui bordi del dispositivo. La caratteristica hardware fondamentale è lo schermo touchscreen, da cui si possono comandare praticamente tutte le funzioni della macchina, grazie anche al sistema operativo studiato per l’utilizzo con le dita della mano.


La seconda caratteristica distintiva è il caricamento immediato del sistema operativo, una differenza fondamentale rispetto ai pc e anche ai netbook, che cambia completamente le modalità di utilizzo del device sopratutto in mobilità. Sapere che non è più necessario attendere troppo tempo ogni volta per avere il dispositivo pronto per l’uso, induce ad utilizzare i tablet anche nei ritagli di tempo, per esempio quando si ha la necessità di controllare una mail, in tram o in autobus, per dare un’occhiata al Web, etc. La filosofia principale di questi ottimi dispositivi tecnologici è quella di rendere il più semplice e intuitivo possibile l’utilizzo di un mezzo informatico: l’attenzione non è più concentrata sui computer, ma su quello che dobbiamo fare con esso. Anche in ambito professionale i tablet computer possono fornire un loro contributo importante: leggeri e pratici, possono sostituire gli scomodi notebook, che hanno bisongo quasi sempre di un piano di appoggio libero, a volte anche di un punto di ricarica. Grazie alle applicazioni adatte possono essere inserite, per esempio, nella rete informatica di un ospedale per trattare le cartelle cliniche in ambito digitale, oppure possono essere portati in un cantiere per visualizzare i disegni direttamente sul posto senza portare i rotoloni cartacei.


Con le applicazioni giuste è possibile in particolare configurare il dispositivo a piacimento per qualsiasi esigenza aziendale, a meno che non si richieda una potenza di elaborazione particolarmente elevata che i tablet non possono fornire. I tablet computer sono talmente polivalenti che è difficile non trovare le applicazioni che fanno al caso proprio tra le migliaia disponibili, gratuitamente o a pagamento, sui vari market (siti dedicati proprio alla raccolta delle applicazioni per smartphone o tablet). Le più grandi sono quelle di Apple (per l’iPad) e Android, ma esistono anche applicazioni dedicate ad altri sistemi operativi tablet, come RIM (per i tablet Blackberry PlayBook) e HP (per WebOS). (Geekinformatico.net).


You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply